attrezzi e strumenti che deve avere un modellista

Home Forum ELABORAZIONI Strumenti attrezzi e strumenti che deve avere un modellista

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  nicolobrasili 3 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #68160

    Di nuovo salve!! 😀

    Avrei però una domanda da farvi… quali attrezzi mi servono per fare manutenzione? E in tema di scatoline per ricambi borse o borsoni con scomparti quanti me ne servono? Oppure che strumenti per fare set up ci vogliono? E soprattutto quali e quanti ricambi mi devo tenere dietro? Insomma tutto il necessario per riuscire anche a partecipare ad una gara ed essere preparato al meglio 🙂 supponendo che abbia un bel budget da spendere quali marche mi consigliate?

    P.S. ricordo che parliamo attrezzi per la losi quindi tutte le chiavi in misure in pollici 😀

    Vi ringrazio per l’aiuto 😛

    #68174

    BlackCat
    Keymaster

    Stavolta ti chiederò la parcella per il servizio 😀

    Allora…
    Fare una lista dettagliata di TUTTO quanto occorre per praticare l’automodellismo, macchina esclusa, è un lavoro non da poco e sicuramente dimenticherò qualcosa. Confido però nel fatto che tu tanto nuovo del mestiere non sei, un’esperienza te la sei già fatta.

    Innanzitutto è importante dotarsi di utensili di qualità.
    Lo so che a volte costicchiano, e ci sono alternative a prezzi molto minori, ma credimi se ti dico che il primo passo per non complicarsi la vita in quest’hobby è usare gli attrezzi giusti e di buona fattura.
    Non immagini quante brugole ho spanato, anche con chiavi costose ma non concepite per il modellismo… Finché non ho cominciato ad usare quelle giuste!
    Meglio spendere qualche eurino in più subito per quelle tre o quattro chiavi che userai più spesso, piuttosto che per cose superflue (O.T.: come ad esempio cambiare la testa del motore solo per qualche graffio… così t’ho risposto anche per l’altro topic 😛 ).

    Tralasciando macchina completa di impianto radio e motore, avviatore, accendicandela, batterie, caricabatterie (uno di quelli che caricano tutto e ci si toglie il pensiero per sempre), miscela, riempitore miscela, viteria e ricambi vari per l’automodello etc…

    Cominciamo con gli attrezzi indispensabili:

    – Chiavi esagonali per viti a brugola.
    Queste sono quelle che consiglio di acquistare di ottima qualità, scegliendo fra le marche più famose di produttori di utensili specifici per modellismo. Solitamente bastano quelle che vanno da 1 a 3mm. Nel caso di Losi però ti serviranno in pollici, ed io non conosco le misure.

    – Chiavi a tubo.
    Indispensabili quelle per la candela da 8mm, dadi ruote, dadi ammortizzatori e varie, dado volano frizione. Di solito ci si può arrangiare anche solo con le due classiche chiavi a croce grande e piccola in dotazione alle rtr, più una chiave normale doppia da 5-5,5mm; però se si vuole avere una dotazione completa ci sarebbero anche i vari chiavino per regolare i tiranti dei braccetti, gli uniball etc… ma ci si può arrangiare con le pinze. Anche in questo cado per Losi ti serviranno misure in pollici.

    – Cacciaviti.
    Indispensabili due a croce, uno grande e uno piccolo, e uno a taglio lungo e medio-piccolo per la carburazione.

    – Pinze.
    Salvo particolari esigenze, bastano una pinza classica, un paio a becchi fini e lunghi, una pinza a pappagallo (indispensabile per la frizione).

    – Tronchesino.
    Per tagliare fascette, piccole viti, tiranti gas/freno, staccare le plastiche dalla griglia di stampaggio, etc.

    – Forbici da elettricista o meglio anche quelle per lexan.

    – Taglierino.

    – Svasatore per carrozzerie.

    – Calibro.
    Ormai anche quelli digitali costano il giusto.

    – Martello.
    Il re di tutte le cassette degli attrezzi, ma cercate di usarlo il meno possibile 😛

    Attrezzatura non indispensabile ma molto utile:
    – Estrattore volano frizione.
    Facilita la vita quando bisogna levare il volano dall’albero motore, evitando di usare il martello e distruggere i cuscinetti.

    – Termometro a infrarossi.
    Per tenere sotto controllo la temperatura del motore.

    – Multimetro (tester).
    Per controllare la carica delle batterie.

    – piccola morsa da banco.

    – Dremel (o similare).
    Ti risolve la vita con brugole spanate, tagliare, sagomare, forare, modificare, etc. Personalmente ne ho uno da pochi euro e per quel che ci devo fare è abbastanza.

    – strumenti per il setup.
    Nell’offroad per le regolazioni ci si arrangia col calibro (solitamente per regolare i gradi delle sospensioni viene indicata la lunghezza che deve avere il relativo tirante). I “Pro”, soprattutto nel pista, usano appositi strumenti quali setup station, piano di riscontro, blocchetti per le altezze, etc.

    Materiale di consumo:
    Fra questi sicuramente una serie di olii/grassi per differenziali e ammortizzatori (le varie gradazioni sempre della stessa marca altrimenti non corrispondono), olio per filtro aria, nastro isolante, fascette, colle, etc.
    Indispensabile anche una scatolina a scomparti organizzata con le varie viti, dadi, rasamenti e spessori necessari alla macchina.

    Accessori vari e trasporto:
    Dove mettere tutto questo popò di roba? Sicuramente necessaria qualche scatolina a scomparti per le cose più piccole, reperibili a pochissimo in qualsiasi brico, e una valigetta multiscomparto abbastanza capiente da contenere gli attrezzi, le minuterie, il materiale di consumo e i ricambi principali dell’automodello. Anche di queste i negozi per il fai-da-te ne son pieni, ma la più comoda rimane la cassetta tipo Mantua Model che usano il 99% dei modellisti. L’alternativa fashion è un pratico borsone/trolley da modellismo, dove infilare tutto o quasi, persino il modello quando ci sta, ma non costano proprio poco.
    Molto comoda una custodia per la trasmittente, ce ne sono sia di morbide tipo borsa imbottita che a valigetta di alluminio.
    Per trasportare il modello e tutto quello che rimane fuori (gomme, avviatore, batterie, miscela, etc) personalmente uso un classico borsone sportivo di quelli a forma piramidale; sopra ci metto il modello (il buggy 1/8 ci sta preciso, quindi presumo ci stiano anche tutti gli altri tranne monster e 1/5) e nello scomparto rigido sotto ci ficco tutto il resto.

    Uff…
    Per ora non mi viene in mente altro 😉

    Massimo Turrà

    #68178

    Grande Max!!! 😉 sempre il migliore sul campo 😀 haha finalmente ho una visione completa di tutto quello che serve 🙂

    P.S. mi raccomando mandami il conto a casa 😛

    #68239

    bri
    Membro

    Losi, come Associated… se usa ancora misure imperiali dovrebbero servirti:
    Brugole:
    1/20″ o 0,05 (corrisponde a circa 1,3mm)
    1/16 (circa 1,6)
    per queste due assolutamente non usare la 1,5 metrica, sfondi tutto!

    5/64 (1,98 mm, misura tipica dei differenziale delle 1/10, solitamente usiamo una 2 metrica senza problemi)

    3/32 (2,38 mm, può funzionare ottimante anche una torx da 2,5, nel mio caso una chiave Corally che mi accompagna dal 1998, se ce l’hai funziona dovere)

    1/8 (3,175 mm)

    chiavi a tubo o esagonali
    3/16 (4,76 mm)
    1/4 (6,35 mm)
    11/32 (8,7 mm)

    credo di non averne dimenticate, salvo misure “particolari” tipiche da 1/8 🙂 e su questo l’unica è guardare il libretto d’istruzione per capire che dadi hai sul modello.

    Andrea Brianza - www.abcbrianza.com

    #68244

    Grazie Bri 🙂 anche queste, informazioni utili 😉

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.